PROGETTO "ADMO" (novembre 2010 - giugno 2011)

Accessibilità:

PROGETTO ADMO “Siamo sempre donatori di midollo osseo”

Investimento previsto Euro 25.000
Il progetto prevede di trasmettere a tutti gli iscritti nel registro dei donatori di midollo osseo della provincia di Bergamo un questionario in cui ci si propone:

  • a) Verifica della qualità dei dati contenuti nel registro dei donatori di midollo osseo della provincia di Bergamo(circa 9000).
  • b) Verifica dei requisiti di idoneità da parte delle persone tipizzate di rimanere iscritte nel registro.
  • c) Conferma della volontà della donazione.
  • d) Verifica di un eventuale cambio di residenza e ricerca del nuovo indirizzo.
  • e) Monitorare le risposte ai questionari contattando, anche telefonicamente, il donatore affinchè tutti i questionari inviati abbiano una risposta;
  • f) Inserimento dei dati rilevati dal questionario nel sistema operativo specifico per l'aggiornamento e l'analisi dei dati ottenuti;
  • g) redigere una relazione finale sui risultati ottenuti.

Le risposte pervenute saranno inserite nel sistema operativo della Associazione Paolo Belli Onlus per l'aggiornamento dei dati anagrafici e l'analisi dei dati ottenuti.
I dati saranno trasmessi al Centro Trasfusionale degli Ospedali riuniti di Bergamo ed alle sezioni ADMO Lombardia.
Inizio progetto novembre 2010 – fine progetto entro giugno 2011

 



Situazione progetto ADMO al 28 FEBBRAIO 2011


E’ stato stipulato un contratto a progetto per la realizzazione del progetto e si è provveduto a spedire i questionari ai donatori di midollo osseo.

Criterio di spedizione:
Donatori con età massima 52 anni con iscrizione nel registro antecedente l'anno 2008.
La spedizione dei questionari è terminata il 15 gennaio 2011.
Il Registro di Bergamo è composto da 8.411 donatori di midollo osseo.

 

I questionari spediti sono 7.440;
i questionari ritornati compilati sono 2.239;
le lettere ritornate con destinatario sconosciuto 473;
alla data del 28 febbraio 2011 non hanno risposto al questionario 4.728 iscritti.